Belinda the caterpillar: questa fiaba c’è in entrambi gli zainetti dei miei ragazzi, spesso gliela leggo la sera prima che si addormentino:

Here is Miranda. She’s a fairy Miranda meets Belinda a little caterpillar.

Belinda, the caterpillar, is sad. “Why are you sad?” Asks Miranda.

“Because I can’t fly, says Belinda. Miranda says: “go to sleep and soon you will be able to fly”.

Belinda, the caterpillar, goes to sleep. She turns into a chrysalis.

She comes out of the chrysalis as a butterfly. Belinda, the butterfly, is happy. “I’m flying free,” she says.

La cosa più bella che abbiamo fatto a scuola è stato rappresentare questa favola, First faceva la fatina (non ditelo al papà) 😉 Una bambina invece faceva il bruco che si trasformava in farfalla, l’abbiamo nascosta dietro una tenda facendo finta che dormisse e poi è uscita fuori con le lai e le antenne da farfalla, bellissima!

Mi sono veramente emozionata, la rappresentazione teatrale fà veramente capire ai bambini di cosa stiamo parlando, perché ovviamente non si traduce dall’inglese e i nostri bambini non sono certo madrelingua. Quello che mi ha lasciato veramente piacevolmente sorpresa da quando i miei “ragazzi” stanno frequentando il corso Helen Doron è proprio il fatto che loro capiscono il significato delle canzoni e delle fiabe che imparano ascoltando il CD.

A casa abbiamo colorato Belinda e Miranda, è interessante anche che le favole siano educative ho fatto i disegni del bruco che diventa crisalide e poi farfalla quindi oltre ad essere una lezione d’inglese è stata anche un pò una lezione di scienze naturali.

immagine di patfumetto