Se siete state fan sfegatate degli U2  ed ora vi ritrovate a cullare un piccolo bimbo senza potergli cantare la cover di Helter Skelter, potete comunque fare buon viso a cattivo gioco. La band irlandese, anche negli anni migliori, ha sfornato vere e proprie ballate iper-romantiche. Ed anche una ninna nanna vera e propria, Mlk, dedicata a Martin Luther King e pubblicata come decima traccia nell’album The Unforgettable Fire, nel 1984. Per questa canzone e per Pride (in the Name of Love), anch’essa dedicata a Martin Luther King, Bono ricevette un’onorificenza del King Center.

Un’altra chicca, tratta da Wikipedia: Mlk fu cantata durante l’esibizione degli U2 al XXXVI SuperBowl, la finale del campionato di football americano NFL, giocatosi a New Orleans nel 2002.

A me è capitato di cantarla qualche volta, ai miei figli, perché la trovo molto dolce. Ecco il testo:

Sleep, sleep tonight,
And may your dreams
Be realized
If the thunder cloud
Passes rain
So let it rain,
Rain down on him (2)

http://www.youtube.com/watch?v=xOgjOgpJGvs