Mi hanno detto che un buon esercizio per favorire l’apprendimento è quello di leggere in lingua inglese un libro che il proprio bimbo conosce molto bene in italiano. Questo dovrebbe aiutare ad imparare i vocaboli in inglese velocemente e con meno sforzo.

Era da un po’ che l’idea mi frullava in testa. Soprattutto perché la Marmocchia, devota ormai da tempo alla serie del Gruffalo, conosce a memoria ormai parecchie frasi. Ma come fare poi? A causa della pronuncia non mi sentivo all’altezza di iniziare questo esercizio con lei. E così pensa che ti ripensa, naviga in internet, sfinisci le amiche mamme a colpi di domande mirate, e finalmente ho trovato la soluzione: gli audiobooks.

Dicevamo che mia figlia è appassionata dei libri del Gruffalo. Li conoscete? Sono storie in rima che raccontano le avventure di questo buffo mostriciattolo (che nonostante i denti affilati e le terribili unghione, non fa per niente paura) e di un topolino molto astuto. Infatti, sebbene le sue dimensioni si prestino a far da spuntino al Gruffalò, con il suo ingegno riesce non solo a farla franca, ma a guadagnarsi anche la fama di Topo Tremendo. 

Insomma, la Marmocchia ne va pazza e io glieli leggo molto più che volentieri. Il fatto di essere in rima, poi, rende divertente la lettura e assai più facile l’apprendimento. Ma non solo del Gruffalo ci siamo innamorate. Col tempo abbiamo scoperto che anche gli altri libri scritti da Julia Donalson e illustrati da Axel Scheffler sono davvero speciali. E ci siamo fatte la nostra piccola collezione!

Navigando in rete ho trovato questo cofanetto contenente sei audiobooks che raccontano in inglese le storie che la Marmocchia conosce già praticamente a memoria in italiano:  The Gruffalo, Room on the broom, Monkey puzzle, A squash and a squeeze, The smartest giants in town, The snail and the whale.

I libri sono consigliati a partire dai due anni, quindi l’esercizio di leggere prima in italiano e poi in inglese si può far fin da piccolissimi. Ora non so se funzionerà o meno a livello didattico, per ora attendo con impazienza la consegna e spero la Marmocchia si diverta nell’ascolto.

E voi, avete mai provato? Magari con qualche gran classico tipo Biancaneve o Cenerentola?