Giro girotondo,

casca il mondo,

casca la terra,

Tutti giù per terra!

Oggi alla lezione di inglese abbiamo fatto il girotondo. Mamme e bambini insieme. I duenni lo adorano: è un’ottima scusa per correre in tondo e poi buttarsi a terra l’uno sull’altro. Il girotondo in inglese eccolo qua:

 Ring a-ring o’ roses,
A pocketful of posies.
a-tishoo!, a-tishoo! (Negli Stati Uniti sostituiscono questa strofa con: ashes to ashes)
We all fall down

 Chiacchierando un po’ con la teacher sulle origini del girotondo scopro che esiste una teoria che collega questa celebre filastrocca, cantata in tutto il mondo,  alla terribile peste (The Black Plague) che colpì l’Inghilterra nel 1350,  ma basta cercare un po’ in rete per scoprire che si tratta di un’ipotesi poco accreditata.

Le origini del girotondo non risiedono in storie antiche e macabre, ma molto più probabilmente in  una serie di giochi accompagnati da versi in rima che erano soliti fare i giovani protestanti nel diciannovesimo secolo negli Stati Uniti.