Questa notizia non c’entra niente con l’inglese. Ma c’entra con l’apprendimento precoce di una lingua e con l’integrazione, la conoscenza di diverse culture e la sensibilizzazione dei bambini all’apprendimento di una lingua che sia più “universale” della nostra.

A Prato c’è in progetto di aprire una scuola dell’infanzia italo-cinese. Nella cittadina toscana sappiamo tutti che esiste una nutrita comunità cinese. Per favorire l’integrazione e aiutare i bambini italiani ad apprendere quella che, insieme all’inglese, è la lingua più parlata al mondo e che, nei prossimi anni, sembra sarà la lingua più usata anche nel lavoro, le sorelle Marina e Veronica Scopelliti hanno pensato di avviare una scuola dell’infanzia italo-cinese.

Il metodo di apprendimento sarà lo stesso degli asili bilingue ai quali siamo abituati. Insegnanti madre lingua, si impara con il gioco e materiali didattici. Ma quello che in questa scuola c’è di veramente diverso sono gli allievi: saranno sia cinesi che italiani. I primi impareranno l’italiano e i secondo impareranno il cinese. E insieme cresceranno per creare le fila della futura comunità di Prato dove l’integrazione non sarà più solo una bella parola, ma un sogno diventato realtà.