Uno studio Eurostat fa piena luce sulle scarse conoscenze di noi italiani in materia di lingua inglese. La ricerca si è basata su dati relativi al 2007 e ha scoperto che il 38,6% degli italiani ha dichiarato di non parlare nessuna lingua straniera, il 33,8% di parlarne una sola e il 27,6% di parlarne due.

Questi dati sconfortanti collocano l’Italia dritta agli ultimi posti della classifica europea dei Paesi più poliglotti: basti pensare che in media nel Vecchio Continente  i monolingue sono il 36,2%, i bilingue il 35,7% e i poliglotti il 28,1%.

In questo senso la tv e i media ci aiuterebbero, se solo ci decidessimo a sfruttarli. Leggo, ad esempio,che nell’era dei film in streaming e delle serie tv che spopolano e fanno milioni di fans l’ideale sarebbe di guardare questi programmi in lingua originale.

I sottotitoli, per quanto a volte possano presentare una traduzione non proprio ortodossa, aiutano a tradurre perfettamente e contemporaneamente ad ascoltare la pronuncia e i modi di dire della lingua anglosassone.

Confesso che io, che sono una vera serie tv americane – dipendente, da quando ho scoperto che posso guardare le mie serie tv preferite in contemporanea con gli Stati Uniti con i sottotitolo non riesco più  a farne e meno.