Adoro comprare pennarelli, pastelli, pastelli a cera, acquerelli e chi più ne ha più ne metta. Ogni tanto mi abbandono allo shopping selvaggio nelle cartolerie o nei negozi di giocattoli e mento a me stessa dicendo che lo faccio per mio figlio, che in effetti ama colorare, disegnare e pasticciarsi (ne sanno qualcosa i  muri di casa e i vetri delle finestre).

Per questo ho una passione per Crayola, che per chi non lo sapesse è una marca di pennarelli, pastelli e altre cose che su di me hanno come un “effetto droga”. Li compro perché sono lavabili e hanno la punta tonda che va bene per il nano duenne che ancora non sa tenere bene il pennarello in mano.

Così ho scoperto, per caso, il sito di Crayola. Interamente in inglese è super colorato e ricco di materiali per giocare, stampare e disegnare online. La sezione che mi piace di più è quella nella quale si crea un Avatar. Non è cosa nuova, lo so bene, ma questo strumento mi diverte perché posso sperimentare colori dei capelli abbinati a una precisa mise e accessori.

Così qualche giorno fa ne ho approfittato per far ripetere al nano le parole hair, eyes, dress e ho giocato un po’ con mio figlio a creare una bella signorina bionda con un vestitino colorato e leggins in tinta.

Lui si è parecchio divertito. Ma mai quanto me.