Difficile non ricordare il matrimonio di Carlo e Diana, per chi va dai 35 anni in su: il 29 luglio del 1981 fu il primo matrimonio della Casa Reale Britannica trasmesso in mondovisione e ben presto Lady Diana diventò un vero e proprio oggetto di culto mediatico. Il 29 Aprile, tra meno di un mese, Guglielmo (detto William) e Caterina (detta Kate) tentano di bissare l’opera dei di lui genitori (curioso, peraltro, pensare che nel 1981 “italianizzavamo” ancora i nomi, cosa che ormai non accade più). Ma nel 1981 non c’era Internet.

E quindi l’evento non poteva generare quella sarabanda di siti più o meno official sull’argomento (ve ne cito solo due, i primi che sono apparsi da una ricerca su Google: The Royal Wedding – William&Kate (con annesso online store, nel caso vogliate attrezzarvi per l’occasione), Official Royal Wedding (ma non si capisce cosa abbia di ufficiale), William & Kate.

Ma, soprattutto, mai si sarebbe potuto pensare di realizzare pagine web apposta per i bambini. Time for Kids, la versione under 18 del prestigioso Time, ha dedicato un breve ma istruttivo articolo all’evento. Qualche altro sito (come Little Crafty Bugs) ha rispolverato istruzioni per creare tiare, corone e bacchette magiche (non chiedetemi cosa c’entrano). E poi c’è chi ha fatto le cose sul serio.

Vi segnalo, in particolare, due siti nei quali potete trovare un sacco di materiale da stampare, giochi, puzzle: iChild propone una serie di poesie, printables e istruzioni per creare la bandiera, mentre Activity Village propone delle Paper Dolls da vestire con gli abiti da cerimonia. Aspettando il 29 Aprile, possiamo anche esercitarci con i bimbi a imparare l’inno britannico:

Foto: NJ Rips