Insegnare l’inglese: l’esperienza di Aura, teacher Helen Doron

///Insegnare l’inglese: l’esperienza di Aura, teacher Helen Doron

aura

Il Blog dell’Inglese intervista genitori, insegnanti e franchisor dei Learning Center Helen Doron per conoscere le loro storie, le loro passioni e le loro idee. Venite con noi a conoscere i “grandi” che frequentano HD!

Come promesso, oggi intervistiamo Aura, teacher Helen Doron nonché volto della nuova  trasmissione tv Fun with Flupe – inglese per bambini  in onda ogni martedì, giovedì e sabato alle ore 18 su Easybaby (canale 137 di Sky).

Nome:Aura Milani

Età: 27

Insegnante HD a: Buccinasco

Insegnante HD dal: gennaio 2009

La mia soddisfazione più grande come insegnante

Lavoro come teacher presso il learning centre Helen Doron di Buccinasco da cinque anni e spero di poter continuare a farlo finchè le energie me lo consentiranno. Il metodo HD è infatti affascinante, “catchy” e sorprendente (ebbene sì, lo è ancora dopo 5 anni!) sia per noi insegnanti, che insegnando impariamo una seconda volta, che per i bimbi, che vengono a giocare e a divertirsi da noi tutti i giorni.

Lavorare per il metodo Helen Doron per me significa dare un valore aggiunto alla mia vita e quella dei bambini, significa svegliarsi la mattina con la voglia di dedicarsi con amore e passione all’insegnamento sapendo che i miei piccoli alunni sono lì per me e che non vedono l’ora di scoprire cosa c’è nel “magic box” e di imparare divertendosi e giocando. È una grande soddisfazione quando, anche i più piccolini, riescono a verbalizzare quello che hanno appreso durante lezioni e la loro manifestazione di contentezza per avercela fatta si concretizza con un abbraccio così tanto affettuoso da scaldare il cuore.

Con i bambini irrequieti io…

Certo non è sempre tutto rosa e fiori, qualche birbantello un po’ irrequieto ogni tanto c’è, ma il segreto sta nel saperlo prendere. Una citazione a cui mi ispiro spesso, fonte di immensa saggezza per quanto riguarda questo argomento, è:

“Dite:
E’ faticoso frequentare i bambini.
Avete ragione.
Poi aggiungete:
Perché bisogna mettersi al loro livello, abbassarsi, inclinarsi, curvarsi, farsi piccoli.
Ora avete torto.
Non è questo che più stanca. E’ piuttosto il fatto di essere obbligati a innalzarsi fino all’altezza dei loro sentimenti.
Tirarsi, allungarsi, alzarsi sulla punta dei piedi.
Per non ferirli”.

(Janusz Korczak: “Quando ridiventerò bambino”)

Ed io credo non ci sia niente di più vero. È difficile, forse perché spesso troppo in profondità, “innalzarsi fino all’altezza dei loro sentimenti” ma se ci riesci, garantisco che non c’è nulla di più bello ed appagante. Non sempre rimproverarli o “metterli a pensare” li aiuta, perché semplicemente non è quello di cui hanno bisogno; spesso, può essere utile una sola carezza, un gesto affettuoso o ancora prenderli in disparte e cercare di capire con loro cosa c’è che non va, aiutarli a trovare una soluzione con parole d’amore. E alla fine funziona.

Il mio corso e le mie canzoni preferite

Posto che sono convinta che ogni bambino, grande o piccolo che sia, possa dare tanto amore e tanta soddisfazione, penso comunque che ci siano delle attitudini che differenzino le diverse insegnanti e che quindi le veicolino a “preferire” l’insegnamento ad una determinata fascia d’età piuttosto che ad un’altra. La fascia d’età a cui preferisco insegnare io è quella che va dai 6 mesi ai 4 anni e quindi tutti i bambini che frequentano i corsi del Baby’s Best Start e del Fun with Flupe, adoro quando giocano e soprattutto quando cantano e ballano alcune canzoncine (che personalmente mi piacciono moltissimo) come “Action Face” per il BBS e “Head up” del FWF! Devo però dare una nota di merito ad alcuni bambini di 8 anni che frequentano con me il corso il “Botty the Robot” che hanno cominciato a fare inglese con me da quando avevano 3 anni e a loro devo tanto, perché grazie alla loro perseveranza e passione (e a quella dei loro meravigliosi genitori) mi hanno dato conferma che “the earlier the better” è pura verità. Questi bambini hanno una capacità di comprensione e di dialogo sorprendenti se consideriamo che sono solo in terza elementare. Non è mai troppo presto per imparare!

By | 2013-10-06T16:54:17+00:00 7 ottobre 2013|Le nostre interviste, Teachers|0 Commenti

Scrivi un commento