Dopo la Gran Bretagna, l’Irlanda e Malta, arriviamo in Australia.
Popolata dagli aborigeni per più di 40.000 anni, è stata colonizzata dagli inglesi a partire dal XVIII secolo. Oggi gli australiani, che chiamano se stessi aussie, sono un popolo multiculturale, annoverando non solo aborigeni ed europei, ma anche asiatici, americani e africani.
Continente superlativo, il cui interno si presenta come aspro e quasi privo di vegetazione, un territorio selvaggio e incontaminato, culla di una popolazione antichissima, ma che con il passare del tempo ha determinato la crescita dell’Australia come un paese costiero, le città sono assolutamente giovanili ed accoglienti e lo spirito positivo data la straordinaria bellezza offerta dalla costa e da sole.
Ma non mi voglio dilungare su storia e geografia perché rischierei di annoiarvi.
Quello però che posso fare è lasciarvi qualche pillola di curiosità su questa meravigliosa terra, tratta da Australia.com

La lingua

  • Inglese australiano: parlare lo “strine”
    Gli australiani utilizzano un linguaggio colloquiale, definito “strine” (provate a pronunciare la parola “Australian” con i denti perfettamente serrati) dal linguista Alastair Morrison nel 1966. Questa lingua è un connubio del cockney di un tempo e dei proverbi irlandesi dei primi detenuti mescolati a parole derivate dalle lingue aborigene. Spesso le parole vengono abbreviate e vengono aggiunte una “o” o una “ie” alla fine come per esempio nella frase “bring your cossie to the barbie this arvo” (oggi pomeriggio portati il costume da bagno alla grigliata).
    Agli australiani piacciono inoltre i nomignoli al contrario, ecco perché chiamano le persone con i capelli rossi bluey (blu), quelle con i capelli scuri snowy (candido) e le persone piuttosto basse lofty (alto).
    Le vocali vengono appiattite e le finali delle parole hanno spesso una leggera inflessione verso l’alto.

Il paesaggio

  • Una terra vasta e marrone
    L’Australia è il sesto paese più grande del mondo. Le sue dimensioni sono circa quelle dei 48 stati continentali degli Stati Uniti e di un 50 per cento più grandi dell’Europa, ma ha la più bassa densità di popolazione del mondo: soltanto due persone per chilometro quadrato.
  • Paradiso delle spiagge
    La costa dell’Australia si estende per quasi 50.000 chilometri ed è costellata da oltre 10.000 spiagge, più di qualunque altro paese al mondo. Oltre l’80% degli australiani vivono a 50 km dalla costa e perciò la spiaggia è parte integrante del tranquillo stile di vita del paese.
  • L’isola, la casa
    L’Australia è l’unica nazione a governare su un intero continente e sulle sue isole remote. La terraferma è l’isola più grande e il continente più piccolo e piatto al mondo.

Le ricchezze

  • Opali nei nostri occhi
    L’Australia produce il 95% degli opali preziosi del mondo e il 99 per cento degli opali neri. La capitale degli opali è la stravagante città sotterranea di Coober Pedy, in Australia Meridionale. L’opale più grande del mondo pesa 5,27 kg ed è stato trovato qui nel 1990.
  • Oro a bizzeffe
    Kalgoorlie in Australia Occidentale è il più grande produttore di oro dell’Australia.
  • Ovini e bovini
    Con 85,7 milioni di pecore (perlopiù merino), l’Australia è il maggior produttore mondiale di lana. E con 25,4 milioni di capi di bovini è il maggior esportatore mondiale di carne di manzo.

I record

  • Leggende naturali
    La Grande Barriera Corallina del Queensland ospita l’ostrica più grande del mondo, dal peso di 3 chilogrammi, mentre il lombrico più lungo del mondo, ben 4 metri, si trova a Gippsland, nel Victoria. Il granchio più pesante, un esemplare da 14 chilogrammi, si trova nello Stretto di Bass, vicino alla Tasmania. La vetta più alta dell’Australia è il Monte Kosciuszko, 2228 metri sul livello del mare.
  • Ferrovia, strada e staccionata più lunga
    Il tratto di ferrovia dritto più lungo del mondo si estende per 478 chilometri attraverso la brulla pianura di Nullarbor (Nullarbor Plain). Il tratto di strada dritto più lungo d’Australia – 148 chilometri – si trova lungo la Eyre Highway in Australia Occidentale. È soltanto una piccola porzione dei 2700 chilometri che collegano Perth a Adelaide. La staccionata più lunga del mondo, detta la staccionata dei dingo, fu progettata per proteggere le pecore dal cane autoctono australiano e si snoda per 5.531 km lungo il Queensland centrale e l’Australia Meridionale.

Flora e fauna

  • Un’icona saltellante
    Il canguro è l’animale simbolo dell’Australia ed è uno dei nostri mammiferi più celebri. Si calcola che la popolazione australiana di canguri ammonti a 40 milioni di esemplari, più che ai tempi dei primi insediamenti in Australia.
  • Natura unica
    L’Australia ha sviluppato una fauna unica quando si è separata dal supercontinente Gondwana oltre 50 milioni di anni fa. Oggi l’Australia ospita specie animali e naturali che non si trovano in nessun’altra parte del mondo. Ci sono circa 800 specie di uccelli, la metà delle quali vivono soltanto qui. L’ambiente marino contiene oltre 4.000 varietà di pesci e decine di migliaia di specie di invertebrati, piante e microorganismi. Circa l’80% delle specie marine australiane non si trovano in nessun’altra parte del mondo.
  • Flora fiorente
    In Australia si contano almeno 25.000 specie di piante, in confronto alle 17.500 presenti in Europa.

Cultura

  • Un crogiolo di etnie
    Dal 1945 oltre sei milioni di persone da tutto il mondo sono andate a vivere in Australia. Oggi, oltre il 20 per cento degli australiani è nato all’estero ed oltre il 40 per cento ha origini miste. Nelle case australiane si parlano 226 lingue: dopo l’inglese le più popolari sono l’italiano, il greco, il cantonese e l’arabo.
  • Le invenzioni
    Grande nazione, grandi idee Gli australiani hanno inventato i bloc-notes (1902), il rocchetto di salvataggio (1906), l’aspirina (1915), il pacemaker (1926), la penicillina (1940) lo stendibiancheria Hills Hoist (1946), la siringa di plastica usa e getta (1949), il wine cask (1965), l’orecchio bionico (1978), lo scarico del WC a doppio tasto (1980) la tecnologia anticontraffazione per le banconote (1992) e le lenti a contatto a lunga durata (1999).
  • La cultura più antica del mondo
    Ritenuti la più antica civiltà del mondo, gli aborigeni hanno vissuto e prosperato su questo continente per oltre 50.000 anni. Le società aborigene compirono molti importanti progressi ben prima dell’arrivo degli europei. Furono le popolazioni aborigene ad inventare il boomerang aerodinamico e un tipo di propulsore per lance detto woomera. Furono anche la prima società ad affilare la punta degli utensili in pietra e a utilizzarli per macinare i semi, mentre le altre società avrebbero scoperto questi utensili di uso quotidiano molto più tardi.

Non vi è venuta un po’ voglia di partire?