Da quando la Marmocchia ha scoperto un grande amore per la serie tv Dora the explorer, uno dei suoi giochi preferiti è diventato fare La piccola esploratrice.

Devo dire che ci ho messo un po’ a capire esattamente a cosa stesse giocando. Prima l’ho vista aggirarsi per casa con lo zainetto in spalle e un volantino con le offerte del supermercato in mano.

Poi ho provato a sbirciarla, ad ascoltare quello che diceva. Qui e là ho afferrato qualche parola e, con mio grande stupore, alcune erano in inglese! Mi è venuto da ridere, e mi sono sentita un po’ orgogliosa, diciamolo.

Dopo un po’ ho capito cosa stava facendo. Il volantino era la sua map, lo zainetto di Hello Kitty la sua explorer bag. Stava imitando quello che aveva visto nelle puntate di Dora, inventandosi delle avventure fantastiche proprio come fa la piccola protagonista.

Ne ho approfittato per unirmi al gioco e devo dire che è stato molto divertente. Perché questa è l’età in cui hanno un’immaginazione vividissima, seppur buffa, che rende possibile, nonché realmente visibile (almeno per loro), un elefante in camera da letto così come una scimmia sul soffitto.

Così questo è diventato il nostro nuovo gioco in inglese. Ed è bello e divertente, ma anche utile, perché no.

Noi facciamo le esploratrici e diciamo un sacco di parole in inglese. Il resto lo fa l’immaginazione…